Gen 7, 2002 - Calcio, sport    No Comments

Barletta: il calcio rifiorisce grazie alla squadra femminile

Ormai scomparso nel nulla a livello maschile, con una squadra iscritta solo per onor di firma al campionato di Eccellenza regionale (un solo punto conquistato nell’intero girone d’andata) e destinata a una certa retrocessione e ad un ancor più certa fine definitiva, a Barletta il calcio trova nuovi motivi per rallegrarsi grazie alla squadra femminile: le giovani calciatrici della città della Disfida, infatti, hanno da poco conquistato trionfalmente la Coppa Puglia e si apprestano a disputare con rinnovate ambizioni di successo il campionato nazionale di serie C, nel quale la scorsa stagione si sono piazzate al 2° posto sfiorando per pochissimo un’insperata promozione in serie B.

Fondata nel 1995 da Lucia Negroponte, l’Associazione Sportiva Adriatica Barletta Calcio (ABC), è riuscita poco alla volta a ritagliarsi uno spazio sempre più importante in un ambiente notoriamente maschilista come quello del football del nostro meridione, un ambiente che aveva ben poco tollerato persino la grande squadra del Trani, negli anni ‘80 regina incontrastata del calcio italiano in gonnella; ma ben presto, agli iniziali sorrisini di circostanza, è subentrato il rispetto e l’ammirazione degli sportivi e soprattutto l’attenzione di media, sponsor ed enti pubblici, tradotti in un sempre più ampio risalto delle gesta della squadra sui giornali, negli investimenti a scopo pubblicitario di alcune aziende locali e nella concessione, da parte del Comune, del campo sportivo “Lello Simeone”, solitamente riservato alle società dilettantistiche maschili.

Oggi possiamo senza alcun dubbio sostenere come l’ABC sia una società-modello, perfettamente inserita non solo nel mondo dello sport ma anche in quello della cultura e del sociale: ha infatti partecipato a diverse iniziative a scopo benefico e molte ragazze che ne fanno parte svolgono attività di volontariato. Un esempio, quindi da seguire e imitare.

Dal punto di vista squisitamente tecnico, invece, particolarmente brillante è risultata, come accennavamo all’inizio, la vittoria nella Coppa Puglia: dopo il gironcino iniziale, nel quale le ragazze barlettane hanno regolato facilmente A.S.I. Bari, Bouganvillea Bari e San Giovanni Rotondo, si è disputata la finalissima a Polignano a Mare lo scorso 23 dicembre 2001. Avversarie, le temibili calciatrici del Forel Lecce che però sono state inesorabilmente spazzate via con un secco 5-1.

Il campionato inizierà il 13 gennaio 2002 e vedrà ai nastri di partenza 8 squadre: oltre al Barletta, che parte coi favori del pronostico, ci sono il Lecce, due squadre di Bari, il San Giovanni Rotondo, il Brindisi, il Rutigliano ed il Mesagne. Stop il 21 aprile, con la speranza di festeggiare l’approdo nella serie cadetta delle ragazze rossoblù.

Per finire ci sembra doveroso elencare i nomi delle calciatrici dell’A.B.C. che, sotto la guida di mister Napolitano, si stanno facendo così tanto onore: il portiere Lamacchia, i difensori Cuccorese, Fascilla, Miccoli, Damato e Di Corato, i centrocampisti Laporta, Rizzi, Pinto, Patimo, Russo, Cristallo e Conteduca, gli attaccanti Borraccino, Di Vincenzo e Fiorella.

Raffaele Dambra
Articolo scritto per Itinera Puglia il 7 gennaio 2002

Barletta: il calcio rifiorisce grazie alla squadra femminileultima modifica: 2002-01-07T17:58:50+00:00da raffaeledambra
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento