Browsing "sport"
Feb 15, 2014 - Biografie, sport    No Comments

Romeo Sacchetti, il gigante di Altamura

Questa volta ci occupiamo di basket e precisamente di un ottimo cestista proveniente dalla nostra regione: Romeo “Meo” Sacchetti, ala-guardia di eccellente valore. 

Nasce ad Altamura il 20 agosto 1953 ma ben presto si trasferisce al nord, precisamente a Novara, insieme ai genitori (siamo negli anni ’50, di pane dalle nostre parti ce n’era poco…). Si avvicina alla pallacanestro a 16 anni, quando entra a far parte della Wild Novara. Nel 1971 passa ad Asti, in serie B, conquistando subito la promozione nella massima serie nella quale, quindi, esordisce nella stagione 1972-73.

raffaele dambra,itinera web,romeo sacchetti

Per uno scherzo del destino la sua prima avversaria è la mitica Ignis Varese di Meneghin e Morse, ovvero il club di cui diventerà la bandiera negli anni ’80; compagni di squadra di quella prima avventura nella massima serie sono Caglieris, Frediani, Merlati, De Simone, Kirkland e Benevelli.
L’anno successivo Asti cede il titolo sportivo al Torino ed anche Sacchetti si trasferisce all’ombra della Mole, dove si ferma per 3 stagioni prima di venir ingaggiato dalla Fortitudo Bologna; ritorna nel capoluogo piemontese nel ’79 e ci resta fino all’83, quando si trasferisce alla Pallacanestro Varese dalla quale non si stacca più fino al termine della carriera nel 1991, a 38 anni.

Read more »

Feb 15, 2014 - Biografie, sport    No Comments

I Trabaccolanti: pionieri dello sport pugliese

Se il buon Giampiero Galeazzi, storico cantore delle gesta dei fratelli Abbagnale, fosse vissuto a cavallo fra il XIX e il XX secolo si sarebbe parimenti entusiasmato per le imprese dei “Trabaccolanti”, l’appellativo con il quale vennero soprannominati i quattro membri di un equipaggio barese di canottaggio che 100 anni orsono collezionò un impressionante numero di vittorie in giro per l’Italia e l’Europa.

Il barone Pierre De Coubertin solo da pochissimo tempo (1896) aveva “riesumato” i Giochi Olimpici che all’epoca dell’antica Grecia avevano il potere di fermare addirittura le guerre. Dopo anni di semi-clandestinità le discipline sportive tornavano ad essere praticate in massa: fra queste una delle più nobili era sicuramente il canottaggio (ricordiamo la celeberrima sfida fra le imbarcazioni delle università di Oxford e di Cambridge la cui prima edizione risaliva al 1829); incominciavano a nascere i primi circoli canottieri e fra i primi del meridione fu il “Barion” di Bari, sorto nel 1894. Già nel 1901 iniziò a far parlare di sè la barca del “4 con” del circolo, formata dal capovoga Gaetano Caccavallo (nella foto) e da Peppino Nacci, Paolo Diana e Vittorio Narducci, che si impose nei campionati nazionali disputatisi a Napoli ed in quelli europei (i primi in Italia a fregiarsi del titolo di campione continentale); i successi furono bissati negli anni successivi con estrema facilità.

Read more »

Feb 14, 2014 - Biografie, sport    No Comments

Pietro Mennea: le grandi vittorie

[…] Le olimpiadi moscovite non erano nate sotto una buona stella. Molti paesi occidentali avevano boicottato i Giochi per protestare contro l’invasione dell’Afghanistan da parte dell’Armata Rossa sovietica. E così gli atleti di U.S.A., Germania Ovest, Canada, Giappone ed altre nazioni importanti erano stati costretti a rimanere a casa. Anche l’Italia in un primo momento non avrebbe dovuto partecipare in quanto il governo aveva espressamente invitato il C.O.N.I. a disertare Mosca, ma il nostro massimo ente sportivo dette prova di grande e saggia autonomia organizzando lo stesso la spedizione olimpica. Il governo italiano se la legò al dito negando alla delegazione azzurra l’uso del nome Italia e del Tricolore nonchè l’autorizzazione agli atleti militari di lasciare il paese: fortunatamente Mennea aveva già svolto gli obblighi di leva…

Pietro era partito per la sede delle Olimpiadi teso e preoccupato per via del clima incerto che circondava l’evento; come abbiamo più volte visto, la mancanza di serenità gli aveva sempre nuociuto. In effetti la prima gara, i 100 metri, non era andata per niente bene tanto che Mennea aveva mancato la qualificazione per la finale, vinta poi dal forte scozzese Alan Wells. Ma lui aveva deciso di puntare tutte le sue chances sulla gara prediletta, i 200 metri.
I turni di accesso alla finale filarono via tranquillamente, era arrivata l’ora della resa dei conti: 28 luglio 1980, ore 20 circa; gli avversari da tenere d’occhio erano Wells (che aveva sorpreso Mennea l’anno precedente in Coppa Europa), il giamaicano Quarrie (l’oro di Montreal) ed il cubano Leonard (autore di brillantissime prestazioni). A Mennea venne assegnata la scomodissima 8^ corsia, quella dove non si ha alcun punto di riferimento perchè gli avversari sono tutti dietro; Pietro non la prese bene e ciò aumentò il suo nervosismo. Wells era dietro di lui, in 7^, Quarrie più distante, in 4^.

Read more »

Gen 7, 2002 - Calcio, sport    No Comments

Barletta: il calcio rifiorisce grazie alla squadra femminile

Ormai scomparso nel nulla a livello maschile, con una squadra iscritta solo per onor di firma al campionato di Eccellenza regionale (un solo punto conquistato nell’intero girone d’andata) e destinata a una certa retrocessione e ad un ancor più certa fine definitiva, a Barletta il calcio trova nuovi motivi per rallegrarsi grazie alla squadra femminile: le giovani calciatrici della città della Disfida, infatti, hanno da poco conquistato trionfalmente la Coppa Puglia e si apprestano a disputare con rinnovate ambizioni di successo il campionato nazionale di serie C, nel quale la scorsa stagione si sono piazzate al 2° posto sfiorando per pochissimo un’insperata promozione in serie B.

Fondata nel 1995 da Lucia Negroponte, l’Associazione Sportiva Adriatica Barletta Calcio (ABC), è riuscita poco alla volta a ritagliarsi uno spazio sempre più importante in un ambiente notoriamente maschilista come quello del football del nostro meridione, un ambiente che aveva ben poco tollerato persino la grande squadra del Trani, negli anni ‘80 regina incontrastata del calcio italiano in gonnella; ma ben presto, agli iniziali sorrisini di circostanza, è subentrato il rispetto e l’ammirazione degli sportivi e soprattutto l’attenzione di media, sponsor ed enti pubblici, tradotti in un sempre più ampio risalto delle gesta della squadra sui giornali, negli investimenti a scopo pubblicitario di alcune aziende locali e nella concessione, da parte del Comune, del campo sportivo “Lello Simeone”, solitamente riservato alle società dilettantistiche maschili.

Read more »

Dic 21, 2001 - Calcio, sport    No Comments

Lecce e Bari Calcio 2001-02: un primo bilancio

Insoddisfacente. Non può che essere questo il termine per giudicare la prima parte di stagione delle nostre migliori rappresentanti nel calcio che conta. Sinceramente non ce l’aspettavamo: il Lecce era stato protagonista di un’ottima campagna-acquisti e nelle prime giornate si era comportato molto bene, poi però non ha saputo dare continuità ai risultati positivi finendo per farsi invischiare in una situazione di classifica precaria. Il Bari, invece, era atteso a un pronto riscatto dopo l’amara retrocessione nello scorso torneo, e infatti la quasi totalità degli addetti ai lavori aveva additato il team biancorosso fra i più probabili pretendenti alla promozione: il risultato dei primi quattro mesi di campionato è però soltanto quello di una mediocre posizione di centro-classifica.

Se la serie A terminasse oggi, a due giornate dal termine del girone d’andata, il Lecce retrocederebbe in virtù della ben poco rassicurante 15^ posizione in classifica, con 3 sole vittorie, 5 pareggi e ben 7 sconfitte, che hanno fruttato la miserie di 14 punti. Un’inversione di tendenza davvero radicale rispetto alle prime 2 stagioni di A della gestione Cavasin, caratterizzate da ottimi gironi d’andata e sofferti gironi di ritorno, durante i quali il vantaggio sulle “pericolanti” veniva gestito in maniera più o meno tranquilla. Adesso, invece, i salentini si trovano invece nella situazione nuova di dover rincorrere le avversarie e in verità siamo tutti curiosi di verificare nel prossimo futuro la bontà (speriamo!) della reazione dell’11 giallorosso.

Read more »

Pagine:«123456»